P.R. PeRiodicamEnte rivoluZIOnarSI

Problemi comunicativi:

Nascono da scarse percezioni dei concetti,
di chi parla e di chi ascolta.

Mancando stimoli aggreganti, aumentano spazzi alienanti,
distorsioni percettive, preconcetti ed atrofie delle ghiandole uditive.

Diventiamo automi vacillanti, poche idee, troppi vanti, poca progettualità,
quindi a sviluppare, si diffonde un’ evidente impossibilità.

Quanto mi è difficile spiegare adrenalina razionale,
raccontare per rivoluzionare il proprio esistente,
creare un percorso funzionale, funzionante,
andando il più possibile olre l’abc.

Qualcuno mi capisce?
Qualcuno percepisce?
Qualcuno si sofferma
ad analizzare l’esistente?

Un insieme di concetti con un incpit,
che in fondo è poi banale:

Dobbiamo ricreare condizioni comunicative!
Sforzar le proprie menti ad esser recettive!
Creare spazi politicamente riaggreganti!
Non nei numeri, ma nella qualità dei coadiuvanti!

Progettualizziamo comuni intenti?
Forse manco tu m’avrai capito,
ma se per caso, sei tra questi,
diamoci da fare, lavoriamo su di noi.
cominciamo a sviluppare,
ci potremmo un giorno ritrovare
a rivoluzionare i resistenti.