Otto Marzo

Nella cosiddetta “giornata internazionale delle donne” mi sento in dovere di ricordare alle donne che mi circondano che non esiste che girino le palle più a me che a loro. L’otto Marzo non è mai stato e non sarà mai un giorno di festa. È un giorno di lotta e di scioperi in difesa di tutte le donne del mondo che subiscono violenza, soprusi, ingiustizie. Il movimento “non una di meno” non si chiama così per caso. Perché si sciopera nonostante il lockdown? Per lo stesso motivo per cui si lavora, anzi è più importante. Perché è urgente per molte donne essere difese e sostenute anche e soprattutto durante la pandemia. Potrei fare molti esempi a dimostrarlo, ma penso sia più corretto lasciarli fare alle donne che in questo momento si stanno mobilitando nonostante i mille rischi a cui sanno bene di andare in contro (link a fine articolo) e se proprio non riesci a scendere in piazza, sforzati almeno di fare un tweet o un post. Magari condividendo proprio questo video https://www.youtube.com/watch?v=tB1cWh27rmI , a dimostrazione di quanto enorme sia la portata del movimento mondiale. Cosa aspetti a partecipare?!

Ecco qui a fondo articolo il testo ufficiale delle motivazioni che spingono milioni di donne in piazza anche quest’anno:

https://nonunadimeno.wordpress.com/2021/02/23/non-una-di-meno-lancia-lo-sciopero-dell8-marzo/?fbclid=IwAR2Yseyzj4foZ7L4_BQBHm8NWYjy1b_WPbciEDwjiz7W791DpcKDyzK5W3Y