Forze del disordine

Non siamo noi (anche si)
che non siamo patrioti,
sono loro
che han tradito noi.
Hanno fatto un giuramento
a dita incrociate.
Mano dritta sulla fronte
priva di neuroni,
di cui la fiamma spenta
è simbolo formale.
Toccan si vuote palle
in segno di congiura.
Solo quando sono armati
oppure in gruppo,
non han di noi paura.

Istituiti per tenere
il popolo in disordine
Affinché nel caos,
chi ha potere, regni.
Forze dell’ordine le chiamano, tzz
Sentite i carcerati
che ogni giorno chiavano,
stuprano, violentano, ammazzano,
e zittiscono testimoni
con minacce ed estorsioni.
Traditori! Al servizio dei padroni!

Non tutti son così?
Ne son certo anch’io
ma l’omertà è violenza,
Peggio ancor del tradimento.
Che chi è diverso salti fuori e lo dimostri
Sarò contento di restar
dal gran numero sgomento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti

15 − 4 =