Preghiera dell’ateo

Cara gente,
io dispero,
qui comanda
sempre il clero.

Che sia laico oppur cattolico,
sia politico o apostolico,
sia buddista oppur buddano,
sempre noi ci rimettiamo!

Trecent’anni son passati,
i diritti abbiam sudati
per mostrar dalla galera
che la terra piatta ‘un era.

Ora amici, mi par giusto
che si possa provar gusto
a scopar per tutto il globo,
sia noi gente che i bonobo!

Invasori della terra…
benedicono la guerra,
fanno santi gli assassini!
e si scopano i bambini…

Quindi, infine, siamo seri,
certi dogmi non son veri.
Gli servivano anni or sono
per tener “el pueblo” buono

Se volete, continuate
a lodar certe cazzate
ma, io prego tutti voi,
non s’impongano anche a noi!

Ora paian comunisti,
ma sti giochi li ho già visti.
Non so come me la cavo,
ma un mi chino certo al giogo!

Finirò in ‘sto medioevo,
dritto dritto verso il rogo.
Già lo so, lo so di mio,
lo sa pure il…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti

nove + quattordici =